Le 12 case di Harvard – Tutte le curiosità dell’Università più famosa del mondo

Le 12 case di Harvard

Harvard è l’università più famosa del mondo, la conosciamo di nome un po’ tutti.

Ciò che non si conosce invece molto bene è che vi sono ben 12 case di Harvard in cui si viene letteralmente “smistati” a inizio anno. Ogni studente prenderà come riferimento la propria casa per i prossimi tre anni, e proprio come a Hogwarts ogni casa ha il proprio stemma e delle caratteristiche che la rendono unica nel suo genere. 

È impossibile non esserne curiosi, noi siamo rimasti affascinati da questa storia e non vediamo l’ora di condividerla con voi! 

La guida che ci ha fatto conoscere Harvard ci ha spiegato tanto anche di come si vive la vita qui dentro. 
Dopo il primo anno passato nelle Halls di cui parliamo nell’articolo alla visita ad Harvard, gli studenti partecipano a un sorteggio che li colloca nelle diverse case.

Le Houses sono essenzialmente il posto più frequentato dallo studente per tutto l’anno: qui dormirà, mangerà, e vivrà sostanzialmente la sua vita anche in base agli eventi organizzati dalla casa di appartenenza. 

Ogni studente di Harvard finirà per amare la propria casa, in quanto le esperienze passate lì sono diverse e uniche nel loro genere. 
Campus di Harvard, Case di Harvard
Il campus principale di Harvard

Come si sceglie la casa?

È bene sapere che lo studente non sceglie la casa in cui vivrà per il resto dell’anno. La scelta avviene tramite un sorteggio totalmente randomico. 

Il sistema di sorteggio inizialmente non era casuale, infatti ogni casa aveva la propria reputazione, proprio come una confraternita.
In seguito però si decise di abolire la possibilità di scelta rendendo il metodo del tutto randomico. 

Il sorteggio avviene in quella che dagli studenti viene soprannominata “The Housing Day“, per alcuni la giornata più bella nell’anno accademico di Harvard. 

The Housing Day

Durante l’Housing Day tutte le matricole scoprono a quale casa sono stati assegnati.

Immaginatevi qualcosa di veramente molto simile al sorteggio del Cappello Parlante in Harry Potter. Potremmo chiamarlo il sorteggio delle 12 case di Harvard. 

Gli alloggi delle matricole di Harvard vengono annunciati in modo molto… particolare. I membri volontari di tutte le 12 case di Harvard si incontrano nel cortile la mattina presto per sventolare le bandiere delle loro case, cantare, ballare e fare sostanzialmente festa.

È una dimostrazione di orgoglio scolastico che può competere solo con l’annuale partita di football Harvard vs Yale

Ai volontari di ciascuna delle 12 case di Harvard vengono forniti gli elenchi delle matricole assegnate alle rispettive case, i quali non perdono tempo e irrompono nei dormitori delle matricole (c’è proprio un termine per questa sorta di irruzione, ed è Dorm Storming) iniziando a urlare i nomi delle matricole scelte per ogni casa. 

Poco dopo tutti si riuniscono nella sala da pranzo principale delle matricole, Annenberg.

Lì le matricole ricevono lettere di benvenuto, magliette e inviti ai rispettivi eventi della Casa di appartenenza.

Ogni casa sponsorizza le proprie attività in qualche modo e con eventi di ogni tipo! Il resto della giornata, quindi, è dedicato alle matricole che vengono accolte nelle varie case con attività e festeggiamenti diversi a seconda del temperamento unico di ciascuna casa.

Bello vero? Immaginate l’entusiasmo di ogni singola matricola, la meraviglia di scoprire l’appartenenza a un gruppo esclusivo di Harvard!

E ora andiamo a conoscere le 12 case di Harvard! 

Le 12 case di Harvard

Le 12 case di Harvard sono le seguenti:

Adams House

Adams House è la casa migliore per quanto riguarda la posizione in cui è situata, si trova a soli due minuti a piedi dalla maggior parte delle classi dell’Università e a cinque minuti a piedi dal Science Center.

La nostra guida ci ha detto che sperava tanto di ottenere la sua camera del dormitorio qui, in quanto la mattina fa sempre un po’ fatica a svegliarsi in tempo. 

Adams House è famosa anche perché si dice che sia la casata più attiva in quanto cerca di organizzare ogni settimana qualche evento. Insomma, chi capita in questa casa è davvero fortunato.

Personaggi famosi che hanno vissuto qui: il Presidente Franklin Roosevelt, e il vincitore del premio Nobel per la pace Henry Kissinger.

Cabot House - The Quad

Ci sono opinioni contrastanti su Cabot House. C’è che dice che sia una casa tranquilla e molto accogliente e chi invece ne odia la lontananza da alcuni punti di Harvard (come l’Harvard Yard o il complesso di atletica).

Nonostante questo Cabot House si trova nel noto “Radcliffe Quad” o “The Quad” ovvero un’area rettangolare di Harvard dove al suo interno risiedono Cabot, Pforzheimer, e Currier.

Cabot è amata per il fatto che spesso gli studenti possono dormire in camere grandi singole, senza dover condividere la stanza con nessuno. In più nonostante sia più distante di altri da alcune zone del campus, gli studenti amano questa sede perché è lontana dai turisti e dà modo loro di viversi la vera università.

Mettiamo il caso però che a Cabot ci capiti uno studente di atletica… Beh, diciamo che è sfiga, in quanto da Cabot al campo di atletica vi sono quasi 40 minuti a piedi di distanza! Sicuramente è un buon modo per mantenersi in forma…

Personaggi famosi che hanno vissuto qui: la famosa cantante country Bonnie Raitt, e la celebre giornalista della CNN Soledad O’Brien. 

Currier House - The Quad

Anche Currier House fa parte del “The Quad”. Currier House è famosa specialmente per la sua mensa, in quanto si dice che abbiano il cibo migliore nonostante la mensa non sia molto grande.

Come a Currier House anche qui gli studenti hanno la possibilità di avere una camera grande e spaziosa tutta per sé, e questo fa di Currier una casa abbastanza ambita. D’altro canto, come Currier si è più distanti dal campo di atletica.

Personaggi famosi che hanno vissuto qui: il fondatore Microsoft Bill Gates e il suo amministratore delegato Steven Ballmer, e il famoso violoncellista Yo-Yo Ma. 

Dunster House

Dunster House è stata ristrutturata recentemente, migliorando l’aspetto sia esteriore che interiore dell’edificio.

Gode di un’ottima reputazione per questo, ma anche perché è l’unica casa a offrire pasti anche nel pomeriggio e tarda serata, ideale per esempio anche per gli studenti di atletica che spesso hanno orari diversi dal resto dello studentato.

Dunster è una casa ambita perché strutturalmente è ciò che ti aspetti da un dormitorio di Harvard. Nonostante questo, non è tra le case più vicine in quanto ci vogliono circa 15 minuti a piedi per raggiungere le principali classi.

Personaggi famosi che hanno vissuto qui: il 45° vicepresidente degli Stati Uniti Al Gore, l’attore Tommy Lee Jones, e lo scrittore Norman Mailer (quest’ultimo è una chicca per chi ha visto Una Mamma per Amica!).

Eliot House

Si dice che Eliot House sia la casa più altezzosa fra tutte, questo in quanto ogni anno viene organizzata una festa in cui solo gli studenti della casa possono ottenere un biglietto. Quindi o sei uno studente amico di qualcuno che abita qui, oppure non potrai partecipare.

A parte questo Eliot House è ideale per gli studenti di atletica in quanto è più vicina al campo rispetto alle altre case, ed è anche più comodo allenarsi in quanto gli spazi esterni sono adatti, inoltre il cortile di Eliot House è nell’immaginario collettivo quel cortile dove studiare fuori, fare una passeggiata e godersi la vita da campus che tutti immaginiamo.

Qui però è più improbabile avere la possibilità di avere una camera tutta per sé.

Personaggi famosi che hanno vissuto qui: Theodore Kaczynski, anche conosciuto come Unabomber… anche se ad Harvard non amano ricordarlo!

Plus: a parte lo spiacevole fatto di Theodore Kaczynski, altri personaggi famosi sono stati in questa casa.
Nel 1951, John Finley (studente della casa) dichiarò al New York Times:

“Dove altro potresti trovare, in una stanza, il nipote di Matisse, il nipote di Joyce e il pro-pro-pro-pronipote di Dio?”

Ora, lo so, potreste pensare che John Finley volesse farsi bello davanti alla stampa facendo questa provocazione, ma fondamentalmente non ha fatto altro che dire la verità: Paul Matisse, Stephen Joyce e Sadrudding Aga Khan, che hanno vissuto alla Eliot House, sono rispettivamente il nipote del pittore Henri Matisse, dello scrittore James Joyce e del profeta islamico Maometto!

Kirkland House

Questa è la casata che forse fra tutte somiglia di più al concetto di confraternita. Kirkland House è un dormitorio più piccolo rispetto agli altri, quindi più intimo in cui tutti conoscono tutti. È quindi più facile legare fra gli studenti, ed è anche abbastanza vicino alle varie classi di Harvard.

Rispetto ad altre, essendo più piccola la casa offre stanze in cui è praticamente impossibile stare da soli, quindi avere un compagno di stanza qui è praticamente un obbligo sia fra gli studenti più giovani che fra i senior.

Nonostante questo essere sorteggiati a Kirkland House farebbe piacere a tutti in quanto è noto il loro spirito di condivisione e il bell’ambiente che si crea qui dentro.

Personaggi famosi che hanno vissuto qui: il famoso fondatore di Facebook Mark Zuckerberg, e l’attore Wallace Shawn.

Leverett House

Leverett House è la casata più grande fra tutte. Essendo così grande ha il vantaggio e lo svantaggio di essere un po’ meno intima e quindi di non dare quel senso di condivisione che per esempio dà Kirkland House.

Ha una mensa gigantesca e non è in realtà una sola casa, ma è divisa in tre dormitori diversi che rendono la casa forse troppo dislocata ma tra quelle in cui ci sono più eventi, in quanto la sua grandezza è adatta a ospitare più persone anche non residenti nella casa.

Personaggi famosi che hanno vissuto qui: il cestista Jeremy Lin, il comico e attore Colin Jost, e il filosofo Cornel West.  

Lowell House

Geograficamente la meglio disposta per raggiungere tutti i principali punti di interesse di Harvard, Lowell House sembra perlopiù quella casa che, se ti capita al sorteggio, fai spallucce e dici “è okay, poteva sicuramente andarmi molto peggio!“.

Da come ce ne hanno parlato sembra che sia a metà fra tutte le scelte, in quanto per certi versi magari ti può mancare quel senso di appartenenza a una casa in particolare, ma dall’altro puoi godere di vantaggi fra cui la posizione, l’immenso cortile al di fuori e la mensa gigantesca.

Purtroppo Lowell House ha una sorta di spot dove ci sono diverse campane, le Lowell Bells che vengono suonate ogni domenica, e che lo studentato odia in quanto disturbano parecchio!

Potremmo soprannominare Lowell House quindi come “The Middle House” (La casa nel mezzo).

Personaggi famosi che hanno vissuto qui: i famosissimi attori Natalie Portman e Matt Damon. 

Mather House

Mather House è insolita rispetto alle altre case in quanto è un vero e proprio building di 19 piani.

Nonostante sia un edificio diverso dagli altri, Mather House viene considerata una fra le case migliori dove poter capitare! Ospita spesso party e eventi di una certa rilevanza, e anche qui gli studenti potrebbero ritrovarsi in camere completamente da soli ai piani più alti dell’edificio, con una vista che guarda tutto il paesaggio di Boston.

Diciamo che non è l’edificio che ci si aspetta quando si pensa ad Harvard, e non è nemmeno fra le case più vicine, ma tutto sommato sembra che l’ambiente sia talmente bello da renderla una fra le case più prestigiose.

Personaggi famosi che hanno vissuto qui: il comico Conan O’Brien. 

Pforzheimer House - The Quad

Pforzheimer House non è fra le case preferite dalle matricole, ma i Senior tendono ad adorare questa casa. Perché questa disparità?

Da studenti matricole si tende a sognare di più ciò che ti viene raccontato, mentre gli studenti Senior che hanno già passato del tempo e sanno già quali sono le case migliori tendono ad apprezzare maggiormente Pforzheimer House.

Situata anch’essa nel Quad questa casa è tra le più belle come ambiente e anche in termini di cibo e party serali. Essendo però nel Quad è come già detto fra le più lontane dal campo di atletica e dal Science Center.

Personaggi pfamosi (freddura) che hanno vissuto qui: la giornalista Jennifer Lee, e l’attore Maurice Rocca. 

Quincy House

Quincy House è fra le case più vicine a tutti i punti di interesse di Harvard. Viene considerata la casa più socievole e quella in cui ci si diverte di più.

Essendo vicina quasi a tutto è anche quella un po’ più rumorosa fra tutti, il che può essere fastidioso per alcuni studenti. Nonostante questo è calda, accogliente e gode di un bel cortile dove stare il pomeriggio o la sera dopo aver studiato.

Quincy House è dunque fra le case più ambite specialmente dalle matricole.

Personaggi famosi che hanno vissuto qui: il produttore Rob Cohen, e la giornalista Suzanne Malveaux. 

Winthrop House

Winthrop House è stata recentemente ristrutturata e gode di uno spettacolare paesaggio in quanto è affacciata su tre lati dal fiume.

Il suo cortile è fra i più belli perché nonostante sia molto grande, resta tra quelli più tranquilli e pacifici di tutti.

A Winthrop ci vorrebbero andare tutti, perché è vicinissima al centro di Harvard e ha le migliori stanze (quasi tutte singole) in cui stare. Insieme a Lowell House e Dunster House, Winthrop House entra nella top 3 delle più desiderate!

Personaggi famosi che hanno vissuto qui: il presidente John F. Kennedy e il senatore Edward M. Kennedy. 

Questo è tutto ciò che abbiamo raccolto come informazioni per le 12 case di Harvard!

Speriamo che questo articolo vi piaccia e non vediamo l’ora di sapere che cosa ne pensate nei commenti! 

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2023 - Viaggiando con Gusto | Cookie policy | Termini e condizioni | Scrivici |

Viaggiando con gusto